ECI - Aggiornamento: il 2019-08-26 16:57:07 - Da Marie ANDRE

 

Atego
di Mercedes-Benz

La propensione della Mercedes a sviluppare dei veicoli innovativi non è più da dimostrare. Dopo l’Actros lanciato due anni prima et progettato per il trasporto stradale lunghe distanze, l’Atego si posiziona come un modello versatile, apprezzato sia per la sua capacità sui lunghi viaggi sia per i suoi servizi in città grazie a le sue molteplici possibilità di configurazioni.

Camion Atego usati  Trattori Atego usati

I suoi principali vantaggi

Lanciato nel 1998, l’Atego della Mercedes vince lo stesso anno il titolo di « camion dell’anno », un premio che riceverà di nuovo nel 2011 con un’Atego ridisegnato. Comme l’Actros che ha sostituito la gamma SK due anni prima, l’Atego porta molte modifiche rispetto alla gamma LK che sostituisce.

Originariamente progettata per la città, la gamma Atego si è affermata come uno dei camion leggeri più diffusi nei settori della raccolta e della distribuzione. Sfruttando la strategia Telligent di Mercedes-Benz, si distingue per la sua efficienza e affidabilità.

In termini di redditività

Sia che viene utilizzato per la distribuzione in città o per i viaggi lunghe distanze, l’Atego della Mercedes ha cercato fin dall’inizio di adattarsi alle esigenzi dei due settori. Al suo lancio, la gamma Atego comprendeva 25 modelli di base per un totale di 240 varianti. In termini di redditività, l'Atego è rapidamente diventato il campione della sua categoria con i suoi lunghi intervalli di manutenzione (100.000 km), le sue elevate prestazioni, nonché grazie alle varie innovazioni che gli hanno permesso di limitare il consumo di carburante.

In termini di comfort e di sicurezza

Come specificato in precedenza, anche se l’Atego è diventato ben presto uno dei leader della sua categoria, non è soltanto dovuto alla sua modularità e alle varie innovazioni tecnologiche che ha portato al settore del trasporto, ma anche per l’elevato livello di comfort e di sicurezza. Nelle applicazioni urbane, l’Atego si è distinto ad esempio durante gli operazioni di carico e di scarico. Inoltre, i quattro tipi di cabine offerte con l’Atego consentono di poter scegliere una configurazione adatta alle diverse applicazioni.

Per quanto riguarda la sicurezza, Mercedes ha attrezzato il suo camion di un sistema di freni a disco a comando pneumatico, a controllo elettronico grazie al sistema Telligent. Abbinato a una sospensione equilibrata, Mercedes a cosi trovato la ricetta ideale per proporre un camion combinando prestazione, comfort e sicurezza.

 

 
 

L'Atego 1 (1998)

La prima generazione d’Atego è stata lanciata nel 1998 come successsore della gamma LK del costruttore tedesco. Attrezzato di motori della serie 900 a quattro e sei cilindri, l’Atego  fin dall’inizio soddisfa la norma Euro 3 che pero entrerà in vigore solo nel 2000.

Riprendendo le innovazioni che hanno permesso di modernizzare la gamma SK con l'Actros, Mercedes è riuscita a creare un autocarro leggero (da 12 a 40 tonnellate) in grado di coprire un'ampia gamma di applicazioni, dai veicoli da cantiere alla raccolta e alla distribuzione.

Per le applicazioni urbane, l'Atego si è distinto soprattutto per la sua grande varietà di configurazioni. Con le sue 4 cabine, ognuna con 3 varianti, l'Atego offre anche 15 configurazioni di assali, oltre a 5 trasmissioni diverse da 6 a 12 marce, tra cui un cambio automatico a 5 marce.

 

L'Atego 2 (2004)

Sei anni dopo il grande successo dell’Atego 1 (più di 170.000 veicoli venduti), arriva la seconda generazione. L’atego approfiterà una volta ancora delle innovazioni introdotte qualche anno prima dall’Actros MP2, in particolare sulla parte anteriore della cabina ridisegnata.

I principali miglioramenti da notare  sono stati apportati all'interno della cabina, ridisegnata e in gran parte concepita per aumentare il comfort dell’autista. Sono inoltre disponibili un nuovo cambio a 9 marce e tre nuovi abitacoli passeggeri rispettivamente per le applicazioni urbane, a media e lunga distanza.

Successivamente, nel 2006 Mercedes dividerà la gamma Atego, integrando tutti i modelli Atego di peso superiore alle 18 tonnellate nella gamma Axor. Nel 2010, tutti i motori Atego saranno conformi alla norma EEV. L'anno segnerà anche un cambiamento per l'Atego 2 con tre motori da 127 a 282 CV che soddisfano la norma Bluetec Euro V.

 

 

 

 

Crediti fotografici : ©Mercedes-Benz

L'Atego 3 (2013)

L'Atego 3, ultima generazione fino ad oggi, segna risolutamente la modernizzazione della gamma "leggera" di Mercedes-Benz.

Ancora una volta ridisegnato per offrire un'ampia area nell'abitacolo e in particolare sul posto di guida, l'Atego sarà anche equipaggiato su tutti i suoi modelli di un cambio automatico PowerShift 3, anche se è ancora disponibile un nuovo cambio meccanico opzionale. Gli autisti beneficeranno  di un computer di bordo, equipaggiato di serie su questo Atego 3.

Per quanto riguarda la cinematica, saranno disponibile sette motorizzazioni (4 e 6 cilindri) con potenze comprese tra 156 e 295 cv, tutti conformi alla norma Euro VI.

La principale innovazione riguarda i veicoli progettati per le applicazioni a basso tonnellaggio. Un nuovo motore BlueEfficiency Power OM 934 (da 154 a 228 CV) è disponibile per soddisfare le esigenze del settore della distribuzione. Mercedes non ha però dimenticato il medio e lungo raggio, poiché offre anche un nuovo motore a sei cilindri, l'OM 936 Common Rail (235-295 CV).

 

Ultimi annunci pubblicati