La mia area

Collegarsi | Registrarsi

Costruttori di Mezzi Pesanti

Un doppio semirimorchio sviluppato da Seat

05/09/2018 13:39:52
ECI - Aggiornamento: il 05/09/2018 13:39:52 - Da
Costruttori di Mezzi Pesanti

Negli ultimi due anni, Seat ha collaborato con il Gruppo Sesé per sviluppare soluzioni di mobilità sostenibile in Spagna. Questa collaborazione sembra aver dato i suoi frutti, ha dato luce a un sistema che permette di trainare due rimorchi alla volta.

Un doppio semirimorchio sviluppato da Seat

Il più grande autocarro per il trasporto merci in termini di capacità di traffico

In pratica, è composto da un trattore Scania e due semirimorchi lunghi da 13,60 metri ciascuno. La lunghezza totale di questo veicolo è superiore a 30 metri. È in grado di trainare un carico utile massimo di circa 70 tonnellate. Con queste caratteristiche,  diventa il più grande camion merci in grado di circolare su la strada.

Questo autotreno fuori norma è attualmente sottoposto a una serie di test in condizioni reali tra Saragozza e Martorell (Spagna). Deve essere utilizzato per la validazione e l'omologazione delle scelte tecnologiche ma anche per la redazione di un rapporto che metta in evidenza le caratteristiche e i vantaggi di questo nuovo mezzo.

Perché un semirimorchio doppio?

Potenzialmente, questo tipo di autotreno ha molti vantaggi. Infatti, potrebbe ridurre il numero di automezzi pesanti sulle strade,  che dovrebbe migliorare le condizioni del traffico per gli altri utilizzatori,  ed evitare rallentamenti, traffico e limitare il numero di incidenti.

Altri vantaggi per quanto riguarda la protezione dell'ambiente e i costi logistici di utilizzo. Seat stima infatti che questa nuova generazione di autocarri pesanti emetterà fino al 20% in meno di CO2 rispetto a un autocarro tradizionale (a un equivalente carico trasportato) e costerà il 25% in meno.

Tuttavia, Seat dovrà rispondere a una domanda che tutti si pongono: è davvero possibile utilizzare tali dispositivi in modo sicuro ?

 

Commenti

L'attualità in continuo

Attendere prego...