Ambiente

Non si arresta la corsa alla sostenibilità della Casilli Enterprise: di dodici nuovi Scania in flotta, due sono Green Truck

ECI - il 02/07/2020 14:01 - Da
Ambiente

Vi ricordate il Green New Deal e tutta l’enfasi con cui il 2020 era iniziato all’insegna della sostenibilità?

Non si arresta la corsa alla sostenibilità della Casilli Enterprise: di dodici nuovi Scania in flotta, due sono Green Truck

The post Non si arresta la corsa alla sostenibilità della Casilli Enterprise: di dodici nuovi Scania in flotta, due sono Green Truck appeared first on Uomini e Trasporti.

Il timore era che questa sensibilità a causa del Covid-19 potesse affievolirsi, in particolare in quei settori – autotrasporto in testa – in cui la difficoltà finanziaria si fa tangibile. Un segnale tranquillizzante giunge invece dal Sud dell’Italia, in particolare da Nola, dove ha sede la Casilli Enterprise, azienda campana attiva nel trasporto a temperatura controllata, che ha deciso di aprire il proprio parco veicolare a una dozzina di veicoli Scania di ultima generazione, tra cui spiccano per valore ambientale due Green Truck, vale a dire un trattore della casa svedese alimentato con motore LNG da 13 litri e 410 CV abbinato con un particolare semirimorchio Lamberet SR2 Green Liner, dotato di un sistema refrigerante Thermo King SLXi Hybrid Solution. Il valore aggiunto della soluzione è nella dotazione del trattore Scania di un alternatore Thermo King raffreddato ad acqua che sviluppa energia traendola dalla trasmissione del trattore e da un inverter che la attinge dall’alternatore per trasformarla in corrente elettrica e trasferirla poi al gruppo frigo.

Una soluzione integrata a cui in Casilli hanno subito guardato con estremo interesse in quanto – come sottolinea il CEO dell’azienda, Francesco Casilli –  «giudichiamo di fondamentale importanza essere pionieri in progetti che garantiscono una riduzione dell’impatto ambientale del trasporto pesante». Un atteggiamento confermato anche in un momento nel quale l’economia nazionale e mondiale è fortemente frenata da una crisi a livello globale, perché – continua il CEO – «siamo convinti del fatto che soltanto attraverso gli investimenti riusciremo a rilanciare l’economia».

Francesco, insieme al fratello Raffaele, rappresenta la quarta generazione di una famiglia molto legata al trasporto merci e che ancora oggi vede il papa Cosimo come punto di riferimento aziendale. La specializzazione acquisita nella gestione della catena del freddo ha conferito alla Casilli una capacità competitiva il cui perimetro è andato oltre i confini nazionali, anche grazie alla creazione di un network articolato di filiali in continua espansione. 

A testimonianza della stretta collaborazione che questa realtà ha stabilito con Scania e con la concessionaria Diesel Tecnica, alla consegna dei nuovi veicoli ha voluto presidiare anche Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore delegato di Italscania, che ha proprio sottolineato il perfetto equilibrio della Casilli, in quanto «azienda dotata di solide basi nel presente, ma con un occhio sempre attento alle innovazioni future». Il Direttore vendite Italscania, Daniel Dusatti, si è invece detto certo che i nuovi veicoli «daranno alla Casilli Enterprise grandi soddisfazioni dal punto di vista dell’efficienza: i nostri motori 13 litri sono riconosciuti dal mercato per gli eccellenti consumi, con importati vantaggi sia dal punto di vista economico che ambientale».

 

Commenti